Saluti e auguri dal Superore Generale nel 40º anniversario della presenza rogazionista in Rwanda

Kigali, 31 marzo 2018

Carissimi Confratelli,

Mi trovo a Kigali insieme ai Consiglieri Generali P. Gilson Maia e P. Matteo Sanavio per la visita alla Comunità del Noviziato. In questo giorno, quando prevale il silenzio dell’attesa della Risurrezione, desidero inviarvi gli auguri più sentiti di una buona Pasqua, chiedendo al Signore di poterlo vedere e incontrare nell’Eucaristia e nella sua Parola, come pure nei nostri Confratelli e nell’ambiente dove andiamo avanti con le nostre fragilità.

Vi chiedo un ricordo nella preghiera per tutti i Confratelli che si trovano ad affrontare difficoltà o problemi di salute, in particolare: P. Enrique Raveza, P. Cesare Bettoni, P. Alberto Oselin, P. Pietro Chillemi, P. Francesco Spagnolo, P. Giuseppe Sergio e P. Louis Buhuru.

Colgo l’occasione per esprimere le mie felicitazioni alla Quasi Provincia San Giuseppe e a tutti i Confratelli che hanno contribuito con il loro servizio e sacrificio alla crescita di questa Circoscrizione, che proprio oggi, 31 marzo, ricorda i 40 anni dell’arrivo dei primi missionari.

Buona Pasqua, con l’augurio che possiamo essere tutti disposti ad annunciare con le parole e con i fatti che Cristo è vivo nella nostra vita.

P. Bruno Rampazzo, Superiore Generale

Circoscrizione: 

Comments

riccardo's picture
Submitted by riccardo on Sat, 03/31/2018 - 18:44

A quaranta anni di distanza, ricordo con emozione quel lontano 31 marzo 1978 quando, con P. Arturo Mele ho avuto l'onore di essere uno dei due  primi Rogazionisti a dare inizio alla presenza della Congregazione in Africa.  Fu Sua Ecc. Mons. Jean-Baptiste Gahamanyi ad accoglierci all'aeroporto di Kigali. Il 2 aprile, durante una concelebrazione nella sua cattedrale, ci ha presentati alla gente plaudente. Nei successivi 15 giorni abbiamo avuto modo di prendere visione del Rwanda, compiendo una veloce visita alle altre Diocesi, incontrando altri Vescovi e missionari ed anche il Nunzio Apostolico Mons. Nicola Rotunno. 

Mentre  P.  Mele iniziava il suo stage di apprendimento del Kinyarwanda e del francese,  il 17 aprile io rientrai a Roma per riferire in Consiglio tutti gli elementi positivi acquisiti durante la mia visita e perfezionare la convenzione con la Diocesi. Il  27 agosto 1978  P. Vito Misuraca raggiunse P. Mele.

Porgo a tutti e singoli i Confratelli africani i sentimenti della mia stima, mentre mi è gradita l'occasione per augurare alla Quasi-Provincia S. Giuseppe ogni bene possibile per lo sviluppo della Congregazione nella indimenticabile terra d'Africa.

P. Riccardo Pignatelli