BONARRIGO P. Francesco

Nacque in Gualtieri Sicaminò, in provincia di Messina e diocesi di Santa Lucia del Mela, il 16 gennaio 1850.

Fino all'età di quarantatré anni fu maestro delle scuole elementari del suo piccolo paese, facendo della scuola una missione di bene. Avendo conosciuto il nostro nascente Istituto, superando ogni difficoltà e opposizione, chiese al Padre Fondatore di essere accolto al Quartiere Avignone in Messina, dove appunto andava sorgendo l’Opera e vi fu ammesso il 20 agosto 1890. Il 6 maggio 1900, insieme con Padre Annibale, emise la Professione religiosa. Per spirito di ubbidienza, umilissimo com'era, fu ordinato Sacerdote il 30 marzo 1895.

Accanto al Padre, si avvalse della sua esperienza educativa nei riguardi degli orfani; e dette esempi insigni di umiltà, di dedicazione fino al sacrificio di sé, di collaborazione, di attaccamento all'Opera. Forse per i disagi gravi di quei primordi della Congregazione e per il suo lavoro senza misura, cadde infermo di emottisi. Devotissimo al Padre Fondatore, ne condivise, come fedelissimo compagno, le pene e le gioie, le perplessità e le speranze, le tribolazioni ed i successi; e ne conservò con filiale diligenza ed esattezza tutti i ricordi che poté. Nel testamento olografo, stilato il 24 aprile 1906, aveva scritto tra l'altro: “Tutto lascio al Reverendissimo Canonico Annibale Di Francia mio amatissimo Amico, Fratello e Padre in Gesù Cristo Signor Nostro”.

Mori in Messina il 16 febbraio 1910, per un estremo attacco di emottisi. Venne tumulato nel Gran Camposanto di Messina, ma nel 1918, quando la città fu colpita da un’epidemia, le sue spoglie mortali furono poste nell’ossario comune.

II Padre Fondatore scrisse di lui questo elogio: “Nello spirito, nei fini, nelle vicende, nelle fasi, nelle aspirazioni di queste Opere, di questi Istituti, egli era inviscerato. Non viveva, non respirava che per seguirne tutti gli istanti, gli avvenimenti e per cooperarvi con la preghiera, con l'azione, coi sacrificio, col getto financo della sua vita». (Scritti, voi. 52 [1 dei N. I.], p. 132).

Luogo: 
Messina
Data: 
Wednesday, February 16, 1910