Conferenza dei Superiori – 7° giorno 11 maggio – messaggio conclusivo

Nella
celebrazione della S. Messa, la mattina dell’ultimo giorno della
Conferenza, il Superiore Generale p. Angelo Mezzari, ha individuato
nella Parola di Dio della liturgia del giorno due luci per il nostro
cammino: la fiducia che le prove e le difficoltà sono il luogo
dell’agire di Dio nella storia e la necessità di un’adesione personale
con il Cristo Gesù, pane di vita. Sono due dimensioni essenziali per il
servizio a cui i Superiori ed i Consigli di Circoscrizione sono
chiamati. Nella concelebrazione eucaristica, e quindi anche a mensa,
abbiamo formulato gli auguri più sentiti al Consultore Generale,
p. Francesco Bruno, per il suo compleanno. I lavori della mattina sono
continuati con la condivisione del lavoro fatto nel settore
dell’economia, con il conseguente dialogo tra assemblea ed Economo
Generale. Successivamente c’è stato un intervento del p. Angelo Sardone
che ha aggiornato i Governi delle Circoscrizioni sulle attività della
Postulazione Generale, in questa fase di cambiamento di incarichi e del
passaggio al nuovo postulatore, p. Agostino Zamperini. Infine p. Angelo
Mezzari, nel suo saluto finale, ha detto che questa “passione condivisa”
(compassione) per Dio e il Prossimo dovrà essere sempre di più l’anima
che muove non solo i Superiori nel loro servizio, ma la vita di ciascun
rogazionista.

Alleghiamo il messaggio della Conferenza.