GIANNELLI P. Felice

Nacque a Cassano Murge (Bari) il 4 luglio 1933
e fu battezzato il 1 ottobre dello stesso anno.

L’8 ottobre del 1946, attratto dal compaesano P. Paolo Petruzzellis allora Chierico di teologia, fu accolto nella nostra Casa di Oria. Entrò in Noviziato a Trani il 29 settembre 1950 ed emise la prima professione il 30 settembre 1951. Fece a Roma la professione perpetua il 19 marzo 1957. Al termine dei suoi studi teologici si diplomò in Mariologia. Fu ordinato Sacerdote a Messina il 9 agosto 1959.

Tranne il periodo 1975-78 quando fu Superiore nella Casa di Messina «Cristo Re», quasi sempre, sia in quella Casa che in altre, esercitò gli uffici di Vice Superiore ed Economo e, come a Napoli negli ultimi anni, anche quello di Segretario dell’ufficio di Propaganda Antoniana, dimostrandosi esemplare per l'affetto alla Congregazione e per l'impegno nel curare e tutelare i di lei interessi.

Colpito dal cancro, nel 1983 dovette sottoporsi all'esportazione di un rene. Ma il male si ripresentò nel 1984 attaccandogli il fegato. Passò gli ultimi mesi nella nostra Casa Generalizia in Roma. Sopportò gli acerbi dolori della malattia, anche se mitigati dalle cure apprestategli dai nostri medici, senza mai lamentarsi, confortato dalla Santa Comunione quotidiana.

Sentì forte l'attaccamento alla vita e, pur uniformato alla volontà di Dio, sperò sino all'ultimo di potersi riprendere.

Circa un mese prima della morte confidò di aver visto animarsi la figura del Padre Fondatore nel quadro attaccato alla parete della stanzetta e dirgli: «Ancora un po' di pazienza e poi starai bene». E il Padre Fondatore venne a chiamarselo per il Cielo proprio il 5 luglio.

Assistito dai Confratelli, accorsi ai sintomi della fine, e da due delle sorelle che si erano avvicendate al suo capezzale durante la malattia, mentre il Padre Generale, che giorni prima gli aveva amministrato l'Unzione degli Infermi, recitava la preghiera della raccomandazione dell'anima, verso le ore sette del mattino emise l'ultimo respiro. II giorno precedente aveva compiuto 51 anni.

Dopo i solenni funerali nella nostra Chiesa parrocchiale di Roma, la sua salma fu trasportata a Torino, dove è stata tumulata nel Cimitero Sud, campo 28, balconata 3, scomparto 181.

Luogo: 
Roma
Data: 
Thursday, July 5, 1984