Il Sacro Cuore di Gesù e Sant'Annibale

Venerdì, 30
maggio, si celebra nella Chiesa la solennità dal Cuore di Gesù, il
giorno seguente la festa della Beata Vergine Maria, il 1° giugno, per
i Rogazionisti, le Figlie del Divino Zelo, la Famiglia del Rogate, è
la solennità del loro Fondatore, Sant’Annibale Maria Di Francia,
canonizzato il 16 maggio 2004, e venerato quale apostolo della preghiera
per le vocazioni e padre degli orfani e dei poveri.

La vita di
Padre Annibale si è svolta, dalla sua prima giovinezza fino al suo
santo passaggio alla casa del Padre, nella intelligenza e nello zelo
delle parole del Signore Gesù, riportate da Matteo e Luca:

      “Gesù
andava attorno per tutte le città e i villaggi, insegnando nelle loro
sinagoghe, predicando il vangelo del regno e curando ogni malattia e
infermità. Vedendo le folle ne sentì compassione, perché erano stanche
e sfinite, come pecore senza pastore. Allora disse ai suoi discepoli:
«La messe è molta, ma gli operai sono pochi! Pregate dunque il padrone
della messe che mandi operai nella sua messe!”.
(Mt 9,36-38; Lc 10, 2)

Padre Annibale
ha contemplato Gesù, pieno di compassione per gli uomini, si lasciato
attrarre dal suo Cuore, ed ha condiviso la sua passione per la salvezza
della anime, nella salda convinzione che appunto nella preghiera per
impetrare i buoni operai costituisce un grande mezzo per favorirla.

Si è sentito
chiamare dal Signore a dedicare tutta la sua vita per questo ideale,
che ha focalizzato verso tre obiettivi: pregare incessantemente per
ottenere gli operai del Regno, diffondere nella Chiesa questa preghiera,
scoprire che la propria esistenza è vocazione e, quindi, impegnarla
da buoni operai della messe del Signore.

Sono giorni, questi,
densi di spiritualità per la Famiglia del Rogate, e per quanti si sentono
attratti dalla testimonianza e messaggio di Padre Annibale, da vivere
con la mente ed il cuore a queste sante radici.