Il Santissimo Nome di Gesù

Verso la celebrazione del 31 gennaio

Il 22 gennaio ha avuto inizio la novena di preparazione alla festa, per il nostro Istituto, del Santissimo Nome di Gesù. È un appuntamento annuale importantissimo per tutta la Famiglia del Rogate, che ha fondamento nella storia della Pia Opera e caratterizza la nostra spiritualità.
Il 31 gennaio nella presentazione della Grande Supplica all’Eterno Padre per i meriti di Gesù Cristo nostro Salvatore, porteremo ai piedi di Gesù Sacramentato le nostre persone ed il nostro apostolato, affidando i desideri e le attese alla Divina Volontà.

Rogazionisti in preghiera ci ricorda: “La novena al nome di Gesù ha importanza primaria nell’eredità spirituale del Padre Annibale Maria Di Francia, e ha lo scopo di preparare la «grande e specialissima supplica» al Nome Santissimo di Gesù, fatta nell’Opera fin dal 1888. Serve, inoltre, ad accrescere la fede nella potenza del Nome di Gesù e ad accendere l’amore per la persona di Gesù, testimoniando una attenzione riparatrice ai mali che affliggono la Chiesa e l’umanità tutta, e partecipando con la preghiera e l’adorazione alla sua opera di redenzione e di salvezza”.

Il nostro fondatore, Sant’Annibale Maria Di Francia, voleva che vivessimo col più grande fervore di spirito questo appuntamento. “La festività di questo santissimo nome – egli ci fa notare – accadono due volte. La prima è nel primo giorno dell’anno, con la festa della Circoncisione di nostro Signore, quando gli fu posto il dolcissimo nome di Gesù. La seconda (propria del Nome di Gesù) è nei primi giorni di gennaio. Per questa ragione tutto il mese di gennaio si suole consacrare ad onore di questo santissimo nome, che è sopra di ogni nome, nel quale soltanto possiamo avere la salvezza, dinanzi al quale si prostrano il cielo, la terra e l’inferno”.