Lo Statuto

Presentazione

Il Centro Internazionale Studi Rogazionisti non ha ancora un suo statuto definitivo. Attualmente esiste lo statuto dell’antecedente “Centro Studi Rogazionisti” approvato dal precedente Governo Generale in forma sperimentale. Alla luce dei cambiamenti in atto si dovrà provvedere alle opportune modifiche. Mettiamo a disposizione il testo già esistente.

Il testo

Centro Studi Rogazionisti e Rivista “Studi Rogazionisti”: Statuto

 

            Il Centro Studi Rogazionisti è stato ufficialmente istituito con lettera circolare del Superiore Generale, P. Pietro Cifuni, il 3 marzo 1994 (prot. N. 050/94). Il presente Statuto, che ne definisce la natura e le finalità, resta fondamentalmente lo stesso allora pubblicato, con alcune varianti e integrazioni apportate dai Governi successivi.

            Questo Statuto, approvato dal Governo Generale in forma sperimentale, ha lo scopo di accompagnare il rilancio del Centro Studi Rogazionisti. Esso resta pertanto “provvisorio”, aperto cioè ai cambiamenti che si riterranno necessari man mano che si procede nella organizzazione delle attività. La promulgazione dello Statuto, al momento, ha la funzione di raccogliere le esperienze fin qui compiute, di ufficializzare l’esistenza reale del Centro Studi Rogazionisti e di impegnare esplicitamente alcune persone. Occorre procedere in questa direzione, valorizzando al massimo le forze disponibili, nonostante la fatica di trovare persone libere e disposte ad impegnarsi nel campo dello studio.

 

1. CENTRO STUDI ROGAZIONISTI

 

NATURA

 

1. Il Centro Studi Rogazionisti è un organismo di ricerca e di studio sul carisma, la storia e la spiritualità rogazionista, a servizio della Congregazione, coordinato dal Governo Generale.

FINALITÀ 

 

2. Il Centro Studi Rogazionisti persegue, in maniera prioritaria, un progetto di incremento e sviluppo culturale-formativo all’interno della Congregazione e si propone come obiettivi:

a) approfondire, a tutti i livelli, nelle Sedi e Organismi appropriati, il carisma del Rogate, la spiritualità rogazionista e le tematiche che riguardano il carisma: la preghiera per le vocazioni nella sua sintesi vitale e creativa con la promozione dei piccoli e la solidarietà con i poveri, lo studio della vocazione e delle vocazioni in tutte le sue articolazioni tematiche, il sacerdozio, i ministeri, la vita consacrata, la formazione, i problemi riguardanti l’apostolato, la missione, il laicato;

b) approfondire il pensiero e l’opera del Fondatore, soprattutto per quanto riguarda la sua peculiare dimensione carismatica e spirituale. Tale studio privilegerà soprattutto la prospettiva storica e lo studio diretto delle fonti e degli scritti di Sant’Annibale Maria Di Francia;

c) lettura rogazionista di tematiche ed eventi ecclesiali e sociali;

d) avviare e promuovere lo studio scientifico e sistematico della Storia della Congregazione;

e) essere strumento per promuovere e coltivare, a tutti i livelli, la dimensione culturale nella Congregazione;

f) incentivare la sensibilità e l’interesse per lo studio e gli studi, stimolando e sostenendo l’impegno in campo accademico, anche in vista della creazione di un Istituto Superiore del Rogate (o: Istituto Superiore di Pastorale vocazionale);

g) interagire con Organismi analoghi facenti capo ad altri Istituti Religiosi nella Chiesa, e ad Istituzioni e Centri di ricerca del mondo accademico.

 

AMBITI E MEZZI

 

3. Le fonti rogazioniste costituiscono un ambito privilegiato di studio e di ricerca da parte del Centro Studi Rogazionisti.

4. Gli obiettivi e le finalità del Centro Studi Rogazionisti vengono conseguiti attraverso: a) la ricerca personale; b) l’organizzazione di convegni , seminari, giornate o settimane residenziali di studio.

5. Il Centro Studi Rogazionisti edita, per la comunicazione e la diffusione dei suoi studi, la rivista Studi Rogazionisti.

STRUTTURA E ORGANIZZAZIONE

 

6. Il Centro Studi Rogazionisti è composto da religiosi e laici rogazionisti impegnati nel campo dello studio e della ricerca, nominati dal Superiore Generale con il suo Consiglio.

7. Responsabile del Centro Studi Rogazionisti, in qualità di Presidente, è il  Consultore Generale addetto alla vita religiosa e formazione.

8. Il Centro Studi Rogazionisti ha un Direttore, nominato dal Superiore Generale sentito il parere del Presidente, quale responsabile immediato delle attività del Centro.

9. All’interno del Centro Studi Rogazionisti viene costituito il Direttivo composto da: il Presidente, il Direttore, il Direttore del Centro Vocazionale Internazionale Rogate, il Responsabile dell’Equipe per la formazione permanente, almeno due Religiosi specificamente destinati al Centro Studi Rogazionisti.

10. Il Direttivo, convocato dal Direttore d’intesa con il Presidente, si riunisce almeno una volta l’anno per la verifica delle attività del Centro Studi Rogazionisti e per programmare gli impegni specifici (cf.4,b-5), tenendo presente anche la programmazione del Governo Generale.

11. I membri del Centro Studi Rogazionisti, la cui totalità è composta dai membri del Direttivo e  del Corpo redazionale  della rivista Studi Rogazionisti (cf. n.17), convocati dal Direttore d’intesa con il Presidente, si riuniscono almeno una volta l’anno per una giornata di studio, di confronto, di scambio e comunicazione delle diverse ricerche, anche ai fini della programmazione delle tematiche della rivista Studi Rogazionisti (cfr. n. 25).

12. Il Centro Studi Rogazionisti ha sede ufficiale presso la Curia Generalizia e dispone di una segreteria operativa.

13. Il Centro Studi Rogazionisti non dispone di risorse economiche proprie. Pertanto, per la programmazione delle sue attività, fa riferimento al Governo Generale tramite il Presidente. Tuttavia, il Centro Studi Rogazionisti è impegnato a ricercare possibili forme di sponsorizzazione per le sue iniziative culturali e di studio.

 

MEMBRI

 

14. I membri del Centro studi Rogazionisti sono religiosi e laici rogazionisti di provenienza internazionale.

15. I membri del Centro Studi Rogazionisti sono nominati dal Superiore Generale, d’accordo con il Presidente e il Direttore, e sentiti i rispettivi Superiori delle Circoscrizioni, tenendo presenti i principali ambiti di indagine e le specializzazioni acquisite nelle discipline accademiche, o che si intendono perseguire: ambito della pastorale vocazionale, ambito biblico, teologico-sistematico, liturgico, morale e spirituale, storico, sociologico, psicologico pastorale, catechetico, ambito delle scienze pedagogiche e della formazione, ambito delle scienze della comunicazione. I Laici vengono segnalati dalle rispettive autorità competenti.

16. I membri del Centro Studi Rogazionisti restano in carica limitatamente alla durata del mandato del Governo Generale che li ha nominati. Il loro incarico può essere rinnovato senza alcun limite di tempo. Per conseguire le finalità dello studio e della ricerca che il Centro Studi Rogazionisti si propone, è opportuna una certa stabilità dei membri.

17. Il  Centro Studi Rogazionisti è costituito dal Direttivo e dal Corpo redazionale della rivista “Studi Rogazionisti”.

2. RIVISTA “STUDI ROGAZIONISTI”

18. La Rivista Studi Rogazionisti è lo strumento su cui vengono abitualmente pubblicati gli studi e le ricerche del Centro Studi Rogazionisti.

 

19. La Rivista ha quattro settori d’interesse principali: storia, carisma-spiritualità, missione, attualità. Esce con cadenza trimestrale e l’ultimo numero, abitualmente, è monografico.

 

20. Della stessa Rivista fanno parte: “Quaderni di Studi Rogazionisti”, per pubblicazione di Atti di convegni e seminari di studio; In cammino, sussidio di formazione rogazionista, per pubblicazione di Atti di convegni e seminari di studio riguardanti più specificamente temi di formazione.

 

21. La Rivista Studi Rogazionista è organizzata con un Corpo redazionale formato da:

  1. Direttore editoriale
  2. Direttore responsabile
  3. Caporedattore
  4. Segretario/a di redazione
  5. Consiglio di redazione
  6. Consiglio di redazione allargato

 

22. I membri del Corpo redazionale sono designati, con relativa competenza, dal Superiore Generale, sentito il parere del Presidente e del Direttore esecutivo del Centro Studi Rogazionisti.

23. Per la composizione dei Consigli di redazione, soprattutto per quello allargato, si adotta il criterio della rappresentanza delle varie Circoscrizioni e delle Associazioni laicali.

24. Il Consiglio di redazione, convocato dal Direttore editoriale, si riunisce, ordinariamente, una volta l’anno per programmare l’annata successiva e quattro volte l’anno per programmare, verificare e approvare la pubblicazione di ogni singolo numero.

25. Il Corpo Redazionale, convocato dal Direttore editoriale, si riunisce almeno una volta l’anno per l’approfondimento di un tema specifico e la programmazione annuale della Rivista (cfr. n. 11).

 

26. I Rappresentanti delle Circoscrizioni non italiane si mantengono in stretto contatto con il Direttore editoriale e il Caporedattore. Essi hanno il compito di:

a) essere attenti a tutto ciò che, eventualmente, viene prodotto nell’area geografica di appartenenza e che può interessare la Rivista;

b) promuovere tra i confratelli studi e approfondimenti, anche opportunamente programmati, attinenti ai temi di cui si occupa la Rivista.

27. La Rivista è aperta a tutti i membri della Famiglia del Rogate (Rogazionisti, Figlie del Divino Zelo, Missionarie Rogazioniste, Ex-Allievi, Laici membri delle associazioni rogazioniste, quanti condividono gli ideali carismatici e apostolici di sant’Annibale Maria Di Francia).