MARRAZZO P. Giuseppe

L'Osservatore Romano del 13 marzo 1993, per ricordare Padre Marrazzo, così intitolava un articolo: “L’umile cuore sacerdotale di un instancabile apostolo della riconciliazione”.

La sua vita, infatti, si svolse nel confessionale del Tempio della Rogazione Evangelica e Santuario di Sant'Antonio, accanto alla tomba del Beato Padre Fondatore. Un ministero durato quasi cinquant'anni ed iniziato nel lontano 9 maggio 1943 quando Mons. Angelo Paino lo consacrò sacerdote a Barcellona, a 40 chilometri da Messina, martoriata allora dai continui bombardamenti.

Padre Marrazzo era nato a San Vito dei Normanni (Brindisi) il 3 maggio del 1917.

Entrò nella Scuola Apostolica di Oria, accolto da Padre Pantaleone Palma, il 20 ottobre del 1930; il 29 settembre 1934 fu ammesso al Noviziato di Trani (Bari) dove ebbe come Maestro P. Domenico Serafino Santoro. Qui si consacrò al Signore il 29 marzo 1936. Passato a Messina per gli studi teologici emise la Professione perpetua il 24 settembre 1940.

Dopo l’ordinazione sacerdotale ritenne che dispensare la misericordia del Signore nel silenzio, nell’accoglienza e nell’umiltà costituiva la sua missione. A Messina fu Assistente Spirituale delle Figlie di Maria, dei Paggetti Antoniani e delle Zelatrici del Rogate; per circa venti anni fu anche Padre Spirituale dello Studentato filosofico nella Casa Madre.

La tenera e filiale devozione mariana, che nutriva e che trasmet¬teva a tutti, lo portò ogni anno a Lourdes. Anche qui per svolgere il suo ministero di confessore: per tutto il viaggio sul treno e nei giorni di permanenza al Santuario, sempre a disposizione di tutti, senza dare mai segno di stanchezza.

La domenica lo si vedeva uscire dall'Istituto in compagnia della sua inseparabile chitarra: si recava in qualche clinica a visitare gli infermi o andava a rallegrare gli anziani di qualche casa di riposo, cantando, suonando e distribuendo caramelle e torroncini, donan¬do anche tanta serenità.

Ha lasciato questa terra in silenzio nelle prime ore del 30 novembre del 1992, all’età di 75 anni.

Ai funerali, svoltisi il primo dicembre, il San¬tuario di Sant’Antonio si vide gremito all’inverosimile da una folla che traboccava perfino all’esterno sulla strada. La Messa esequiale, presieduta dall’Arcivescovo Mons. Ignazio Cannavò, venne con¬celebrata da numerosi sacerdoti, diocesani e regolari.

L’esemplarità delle virtù di Padre Marrazzo costituì l’argomento dell’omelia del Presule. “Nella sua vita - disse - troviamo alcune costanti: la semplicità, l’umiltà, la mitezza. Egli ha realizzato con la mitezza, nel silenzio e nell’umiltà la sua vocazione ed è stato segno visibile dell’amore del Padre celeste, amministrando la sua misericordia e riconciliando le anime con Dio”.

La sua salma, accompagnata da numerosi fedeli al Gran Cam¬posanto di Messina, è stata tumulata nella nostra Cappella.

Running Sneakers Store | Air Jordan

Luogo: 
Messina
Data: 
Monday, November 30, 1992