Sant'Andrea Dũng-Lạc, sacerdote, e compagni, martiri del Vietnam

Vogliamo essere vicini ai Confratelli del Vietnam e festeggiare con loro in questo giorno glorioso della storia cristiana del loro Paese.

24 novembre - Sant'Andrea Dung-Lac e i suoi Compagni sono conosciuti come i martiri del Vietnam. Questi 117 santi furono scelti tra i circa 130.000 cristiani uccisi durante le persecuzioni vietnamite tra il 1625 e il 1886. Nonostante più di 50 decreti che vietano la fede cristiana, la Chiesa è cresciuta fino a raggiungere quasi 6 milioni di cattolici in Vietnam. Insieme a Sant'Andrea Dung-Lac, un sacerdote diocesano, i suoi compagni comprendevano 11 missionari spagnoli, 10 missionari francesi e 96 sacerdoti e laici vietnamiti. Giovanni Paolo II  li ha canonizzati nel giugno del 1988, a Roma.

Andrea Dung-Lac è nato in Vietnam nel 1795. È cresciuto cattolico ed è diventato sacerdote in un'epoca in cui la Chiesa era benvenuta nel suo paese. Padre Andrea era un parroco e un esempio di preghiera per il suo popolo. Molte persone arrivarono a credere in Gesù e furono battezzate grazie alla predicazione di Andrea e al suo servizio agli altri.

Ma nel XIX secolo ricominciò la persecuzione dei cristiani. Padre Andrea fu arrestato. La gente della sua parrocchia raccolse denaro per liberarlo. Si trasferì in un'altra zona del Vietnam e continuò il suo ministero. Fu presto arrestato di nuovo, insieme ad un altro sacerdote, padre Peter Thi. Furono trattati brutalmente dalle loro guardie e furono giustiziati nel 1839.

Reliquiario di quattro martiri vietnamiti

dato in dono a P. Bruno Rampazzo (allora Superiore Maggiore nella Quasi Provincia San Matteo ) dal Card. Peter Nguyen Van Nhon di Hanoi (allora vescovo di Dalat) durante una visita canonica.

Questi santi sono stati martirizzati in periodi diversi della persecuzione dei cristiani in Vietnam.Due sono sacerdoti, uno diocesano, l'altro membro della società delle missioni estere di Parigi; un medico/padre laico e un'altra laica/madre.