Sacro Cuore di Gesù, titolare della Congregazione

Secondo il pensiero e la spiritualità di sant'Annibale Maria Di Francia, la particolare devozione al Cuore SS.mo di Gesù, costituisce  un elemento predominante nella Congregazione dei Rogazionisti e delle Figlie del Divino Zelo. Il Cuore di Gesù è il titolare della Congregazione: a Lui siamo consacrati, a Lui appartiene l'Opera e tutte le persone ed i beni. La festa è primaria. In tutte le case nelle diverse parti del mondo, si celebra con particolare solennità la novena e la festa che coincide con la giornata di preghiera per la santificazione dei sacerdoti. Quest'anno nella lieta circostanza Benedetto XVI apre uno speciale anno sacerdotale per commemorare il 150° della morte di di S. Giovanni Maria Vianney che sarà da lui dichiarato patrono di tutti i sacerdoti. Di seguito un pensiero del Fondatore sulla devozione al Cuore SS.mo di Gesù.

Questo divino Cuore per noi è tutto: siamo a questo Divino Cuore consacrati, al Quale apparteniamo noi, appartiene l’opera, appartengono tutte le nostre povere fatiche, tutte le nostre intenzioni; sono del Cuore di Gesù le nostre case, i nostri orfanotrofi, i nostri esternati e tutto è di quel divino Cuore. Si è perciò che questa novena e questa festa per noi è primaria; e si è perciò che raccomandiamo vivamente a tutte le nostre case di voler celebrare questa novena e la susseguente festa con particolare affetto, devozione e trasporto di amore. (Lettera alle Figlie del Sacro Costato, 13-5-1913).

Rogazionisti del Cuore di Gesù! Ho pensato quanto è bello il nome di rogazionisti: significa preghiera e azione: rogatio, actio. La parola azionisti si usa pure significare il proprio concorso con somme fruttifere, per mandare avanti una azienda, una società.  La specifica del Cuore di Gesù corona tutto! (Lettera a P. Palma 26 settembre 1910)

 

Ecco un titolo che deve formare il nostro decoro, la nostra santa ambizione, il nostro onore, e, insieme, badate bene, la regola dei nostri doveri. Egli è certo che non v’ha devozione più tenera più amabile e soave di questa. I destini della Pia Opera sono interamente rimessi nel Cuore di Gesù, affinché ne faccia quello che è meglio agli occhi suoi. (Antologia Rogazionista, p. 784).