La festa di Sant’Annibale a Messina

           

La
festa liturgica di Sant’Annibale nella Diocesi di Messina si celebra il 16
maggio. Portiamo a conoscenza il comunicato stampa diffuso dalla Casa Madre
circa i momenti della celebrazione.

            La
Città di Messina celebra il suo Santo - Solenni festeggiamenti in onore di
S. Annibale Maria Di Francia - 16 Maggio 2011

Lunedi 16
maggio alle ore 18 alla presenza delle massime Autorità della nostra Città si
svolgerà la solenne Santa Messa in onore di S. Annibale Maria Di Francia. A
presiedere l’Eucarestia vi sarà Sua Ecc.za Rev.ma Mons. Calogero La Piana,
Arcivescovo Metropolita di Messina, presenti il Superiore Generale dei
Rogazionisti e il Superiore Provinciale dei Rogazionisti dell’Italia Centro Sud

Seguirà la
tradizionale Benedizione delle Gardenie a ricordo del miracolo che S. Annibale
fece ad un fioraio di Cumia. Al Termine della benedizione alle 19,30 avrà
inizio la processione con il prezioso reliquiario, contenente la Reliquia del
Cuore incorrotto del  Santo. Il simulacro
del Santo, dono della città di Messina al suo illustre concittadino,
rappresenta un mezzo busto con in mano il libro del Vangelo, dove è riportato
il passo evangelico del Rogate, e con il dito rivolto al cielo indica il
cammino di ogni cristiano, la cui vita è orientata alla santità.

La processione
si snoderà per le vie: S. Cecilia, Risorgimento, Ettore Lombardo Pellegrino,
Largo Seggiola, Piazza del Popolo, Chiesa dello Spirito Santo, Antonio Martino,
Piazza Annibale Di Francia, rientro nella Basilica di S. Antonio da lui fondata.

Nel corso
della mattinata del 16 maggio si svolgeranno numerose Sante Messe, seguirà
l’omaggio ininterrotto di messinesi, fedeli e pellegrini alle spoglie mortali
di S. Annibale.

Collateralmente
le Suore Figlie del Divino Zelo continuano l’antica tradizione del “Pane Padre
Francia”; le tipiche pagnotte saranno benedette e distribuite durante tutto il
giorno in Piazza del Popolo. Invece il Comitato feste antoniane distribuirà
davanti alla Basilica, a partire dalla prima mattina, le gardenie benedette.

Per un
privilegio concesso dalla Santa Sede Apostolica, per tutta la giornata del 16
maggio chiunque visiterà la
Basilica e si atterrà alle disposizioni della Santa Chiesa,
potrà lucrare l’indulgenza plenaria.