Nel ricordo di Chiara Lubich

 Roma, 16 marzo 2008                                               Al Movimento del Focolare Carissimi,  Sono venuto a portare il fuoco sulla terra; e come vorrei che fosse già acceso! C'è un battesimo che devo ricevere; e come sono angosciato, finché non sia compiuto! (Lc 12, 49-50)             Mentre assieme a voi, con la famiglia religiosa dei Rogazionisti, in questa vigilia della Pasqua del Signore, vivo il doloroso distacco terreno di Chiara Lubich, che ha così ricevuto il suo “battesimo”, dopo una vita terrena consumata nel radicalismo dell’amore, desidero partecipare i sentimenti che porto nel cuore.            La gratitudine al Signore per il dono di Chiara, dono per l’unità della Chiesa, di ogni porzione di Chiesa, e la preghiera perché guardi alle sue fatiche e le doni il premio della beatitudine eterna.            La benedizione al Signore per la testimonianza che voi, suoi figli e figlie, rendete nel mondo.            Il ringraziamento per la radicalità dell’amore ravvivato oggi nei consacrati di tante famiglie religiose.            La supplica a Gesù nostro Salvatore, che questo dono dell’unità ha impetrato dal Padre nell’immolarsi per noi, affinché lo conceda alla sua Chiesa, a tutti i suoi membri, perché il mondo veda.             Unito nella sofferenza, nella speranza e nella preghiera, (P. Giorgio Nalin, R.C.J.)Sup. Gen.       

latest Running | New Balance 247 "Castlerock" Buy Now , SneakerNews.com