50° Approvazione Pontificia della Congregazione

Oggi, 15 febbraio
2008, ricorre il 50° anniversario del “Decretum Laudis” riguardante
la nostra Congregazione, emesso in questo stesso giorno, nel 1958, dalla
Congregazione dei Religiosi. Il nostro Istituto, che aveva ricevuto
la sua approvazione diocesana il 6 agosto 1926, finalmente con l’approvazione
pontificia, riceve il riconoscimento ufficiale del suo carisma, l’intelligenza
e lo zelo del Rogate, come dono che, per suo mezzo, lo Spirito Santo
vuole diffondere in tutta la Chiesa. Questa data, quindi, è memorabile
per i Rogazionisti e per tutta la Famiglia del Rogate che condivide
con i Rogazionsiti tale santa missione. Il decreto, come appare dal
testo, è stato concesso ad experimentum ma successivamente la Congregazione
ha dichiarato che con esso il nostro Istituto doveva essere considerato,
a tutti gli effetti, di diritto pontificio.
 

DECRETO

      La
Congregazione detta “Padri Rogazionisti del Cuore di Gesù, è sorta
a Messina all’inizio di questo secolo, per opera del Canonico Annibale
Di Francia, che fu sacerdote infiammato di pietà, di amore verso la
Beatissima Vergine Maria, e zelante nella carità verso i giovani e
i poveri, preoccupato specialmente per coloro che sono maggiormente
esposti al pericolo di peccare.

      Per
concretizzare le sue sante aspirazioni, cominciò a raccogliere ed educare
giovani che nutrivano quella stessa aspirazione, e aiutato dalla loro
collaborazione si è dedicato a varie opere di carità, e pose le basi
di una nuova famiglia religiosa i cui membri si dovevano impegnare per
la salvezza dei fanciulli e dei poveri, e specialmente si sarebbero
consacrati al compimento del comando del Salvatore Divino: “Pregate
dunque il Padrone della messe perché mandi operi nella sua messe”.

      Nel
1924 intanto ha avuto i primi sacerdoti e altri figli spirituali, cosicché
per loro mezzo ha potuto aprire due case religiose per educare i giovani
e soccorrere ed evangelizzare i poveri, delle quali una nella Diocesi
di Messina e l’altra nella Diocesi di Oria.

      Nel
1926 l’Ordinario di Messina ha riconosciuto giuridicamente la Congregazione
e l’ha eretta canonicamente con il decreto del 6 Agosto e approvato
le Costituzioni.

      Dopo
il pio transito del Fondatore, nel 1927, la Congregazione ha aperto
varie case in molte diocesi dell’Italia e dell’America del Sud.

      Superate
felicemente non poche difficoltà, risultando la Congregazione salda
e ben fondata su solide basi, il Superiore Generale con il suo Consiglio,
con il sostegno di lettere testimoniali degli Ordinari del luogo, ha
inoltrato supplice richiesta alla S. Sede, affinché la suddetta Congregazione
fosse insignita del decreto di Lode.

      Questa
Sacra Congregazione per i Religiosi, in virtù delle speciali facoltà
ricevute dal SS.mo Nostro Signore Pio, per Div. Prov. PP. XII, esaminate
le lettere testimoniali degli Ordinari di cui sopra, ascoltato il parere
della Commissione per l’approvazione degli Istituti, discussa la cosa
diligentemente e approfonditamente nella Congregazione Plenaria del
15 febbraio 1958, con il presente decreto ampiamente loda e raccomanda
la Congregazione detta “Padri Rogazionisti del Cuore di Gesù”,
e per quanto riguarda le sue Costituzioni, redatte in lingua italiana
come risultano nel testo, di cui un esemplare si conserva nell’archivio
di questo S. Dicastero, approva e conferma per un settennio, ad esperimento,
salva peraltro la giurisdizione degli Ordinari del Luogo secondo il
diritto.

      Non
contrasta alcun ostacolo con quanto dichiarato. (Contrariis quibuslibet
non obstantibus).

 Dato a Roma,
dalla Sede della S. Congregazione dei Religiosi, giorno, mese e anno
di cui sopra.

                                                Card. Valerio Valeri

                                                Prefetto

P. A. Larraona,
Segr.

Comentários

Retrato de riccardo
Submitted by riccardo (não verificado) on Ter, 02/19/2008 - 17:53

Auguri a tutti noi e... Deo gratias!
Sarebbe stato opportuno pubblicare anche il testo della [i][/i]\"lettera laudativa\" (27 luglio 1976),[i][/i] che la S. Sede ci mando\' in seguito alla nostra richiesta di un intervento che confermasse il dato della definitiva approvazione pontificia.[size=medium][/size]
Peccato che, per una ricorrenza cosi\' importante, non sia stato programmato nessun atto celebrativo!
P. Annibale e la circostanza avrebbero meritato ben altro! Contentiamoci del semplice ricordo.
P. Riccardo Pignatelli, rcj