Criteria Used for the Revisions of CN

Criteri
adottati dalla Commissione, nella preparazione della prima bozza delle
Costituzioni, in linea con le indicazioni del Capitolo.

 

            Si
è cercato di tener presente, nelle diverse parti delle Costituzioni, la dimensione
biblica, teologica e carismatica, come fondamento della normativa, e tuttavia
si ritenuto di inserire questi aspetti nel testo, a volte con articoli,
introduttivi, e non come premesse. Si è rilevato che questo criterio è stato
usato già nell’aggiornamento del Codice.

            Si
è ritenuto doveroso partire dal testo attuale delle Costituzioni e dai
suggerimenti pervenuti dalle Comunità e dai singoli religiosi.

            Nella
stesura degli articoli vi è stata l’attenzione a trovare un giusto equilibrio
fra l’aspetto spirituale e quello strettamente giuridico.

            Si
è verificato che fossero presenti nelle Costituzioni tutti quegli elementi che
il Codice stabilisce che siano inseriti.

            Si
è conservato nelle Costituzioni tutto ciò che, per natura sua, ha una stabilità
ed è valido per tutte le Circoscrizioni.

            Si
è preferito, seguendo l’esempio di altri Istituti, adoperare quando è stato
possibile la forma del “noi” e, comunque, una esposizione propositiva dei
comportamenti previsti dalle norme.

            Nella
stesura degli articoli si è cercato di curare la chiarezza ed l’essenzialità
nello stile e nella terminologia.

            Infine,
si è ritenuto doveroso avere la giusta attenzione alle tematiche e
problematiche odierne.

 

            Si
ricorda che il testo che il testo delle Costituzioni viene consegnato per poter
essere studiato ancora una volta con la dovuta attenzione nelle Comunità e le
osservazioni e proposte di modifica che giungeranno in Commissione saranno
esaminate e studiate, anche con il supporto di esperti.

 


P. Gabriel Flores, R.C.J.
Presidente della Commissione per le Costituzioni e Norme

 

P. Fortunato Siciliano, R.C.J.

               Segr. Gen.