Il Sacro Cuore di Gesù e il Cuore Immacolato di Maria

10.06.2021 - Le fatiche di Padre Annibale gli inizi della Pia Opera da lui fondata hanno trovato nei Sacri Cuori di Gesù e di Maria, il sollievo, il conforto ed il sostegno. Quando per provvedere alle urgenze, al pane quotidiano degli orfanotrofi antoniani, si era alle strette, assediati dai creditori, il santo Fondatore presentava i conti a S. Giuseppe, che non mancava, puntualmente di provvedere. Tuttavia, a partire dagli anni a cavallo fra l’ottocento ed il novecento, chi si prese cura con premura paterna dei piccoli e dei poveri di Padre Annibale è stato Sant’Antonio di Padova, e lo ha fatto con larga generosità. Un numero sempre più grande di benefattori, ha iniziato a chiedere le grazie di cui aveva bisogno, per intercessione di Sant’Antonio di Padova, raccomandandosi alle preghiere dei suoi “Orfanelli Antoniani”, e promettendo di aiutarli con una offerta, “pane di Sant’Antonio”. Si è formata così una catena di solidarietà, che ha sollevato e continua a sollevare tanti benefattori, per intercessione del Santo di Padova, e nello stesso tempo consente alla Pia Opera fondata da Padre Annibale di soccorrere tanti fanciulli bisognosi e tanti poveri in molte parti del mondo.

Quest’anno, particolarmente dedicato a San Giuseppe, alla festa del Cuore di Gesù e del Cuore Immacolato di Maria, il giorno seguente, segue immediatamente la festa di Sant’Antonio. Un triduo davvero speciale per la nostra Famiglia Religiosa.

Circoscrizione: