Rogate ergo - FEBBRAIO 2022

 

­RIVISTA DI ANIMAZIONE VOCAZIONALE  

Imparare ad ascolatare

                           L’ascolto, tema portante del Cammino sinodale in atto nella Chiesa, costituisce il focus del numero di febbraio della rivista “Rogate ergo”. Per l’antropologo don Antonio Malo “ascoltare” è più importante del “parlare”. Ascoltare è l’arte del darsi, in quanto richiede attenzione agli altri, alla loro vita, alla loro esperienza. Ma è un’arte che non si può insegnare; si impara ad ascoltare ascoltando con coraggio e intelligenza, scrive la pedagogista  Paola Bignardi, perché “non è un’attività come le altre, né una strategia, ma un processo spirituale di grande impegno; è un atteggiamento dello spirito, che dà un’impronta a tutta la persona”. Proprio per questo ascoltare ha a che fare con la vocazione. Ogni decisione, spiega lo psicologo canossiano padre Amedeo Cencini,  ha come punto di partenza l’ascolto.

                      La rivista riporta in proposito l’esperienza dei “Gruppi di ascolto” della diocesi di Milano, sorti negli anni ’80 dietro impulso del cardinale Carlo Maria Martini,. Alcuni intervistati parlano dell’origine della loro vocazione. Emmanuel, che ha lasciato la magistratura per farsi sacerdote confessa:”Fare il giudice mi ha insegnato che l’ascolto è fondamentale”. Lo  scozzese Magnus,  ascoltando le notizie della guerra in Bosnia, ha venduto quanto aveva e ha fondato una ONG con la quale promuove progetti  di solidarietà in Africa.

 

Firmano le pagine di questo numero: Domenico Sigalini, Vito Magno, Giosy Cento, Giuseppe De Virgilio,

Mimmo Battaglia, Antonio Malo, Amedeo Cencini, Paola Bignardi, Antonio Gentili, Lucandrea Massaro,

Gianfranco Barbieri, Tiziana Campisi, Salvatore Mazza, Danilo Zanella, Luciano Cabbia