SANT’ANNIBALE - 2019 n. 3

Carissimo, allego pdf n. 3 di  SANT' ANNIBALE

Questo numero affronta il tema degli ultimi, definiti "Scarti" da Papa Francesco. Il termine “scartati” mette insieme due fenomeni sociali gravi
ma distinti: quello dell’esclusione sociale e quello della povertà.

La riflessione biblica segnala come Gesù è venuto come scartato tra gli scartati. Egli è Lo "Scarto" che salva.  Il Fondatore ha salvato gli scartati abitando fra di loro e di lui hanno detto: Aiuta ladri e fannulloni. Segnalo la solita rubrica su P. Palma nella quale lo si presenta come Formatore dei chierici.

Padre Marrazzo fa parte di quella categoria di preti che all'interno della Congregazione può essere considerato "scartato" (e in effetti lo è stato perché non ha fatto storia!); tuttavia la gente ha riconosciuto in Lui La calamita delle anime.

Carissimo, ti chiedo la cortesia di far conoscere p. Marrazzo e P. Palma tramite la stampa, la predicazione, ecc. 

Ti ringrazio augurandoti buon lavoro apostolico e un sereno periodo di riposo.

P. Agostino Zamperini

Allegati: 
Fichier attachéTaille
Icône PDF SAnnibale 3-2019.pdf3.65 Mo
Circoscrizione: 

Commentaires

Portrait de grossini
Soumis par grossini le sam, 07/13/2019 - 12:30

Caro P. Bruno Rampazzo, mio caro superiore Generale, ho letto su Sant'Annibale il tuo editoriale: lo "scarto" che salva. E' stato per me un pugno nello stomaco. Per me che ho amato i poveri, gli orfani, i sordomuti, gli scartati italiani e non, quelli delle Flippine o di Kabul mi sento bruciare dentro. Ho riletto il libro di Rino Cozza: "Voglia di vita evangelica". Ogni volta mi pongo tante domande nel vedere il nostro impegno in Italia. Che fine ha fatto in Italia la predilezione di P. Annibale per i poveri, gli scartati?                                                                                              Il Superiore generale e i Provinciali quanti sacerdoti e religiosi hanno preparato, anche con i titoli che lo Stato richiede per operare con i poveri e gli scartati?                                                     Quali scelte hanno fattoi Superiori maggior delle nostre Province?                                                                                                                                                                                                      Dove sono impegnati la maggior parte di  noi Rogazionisti tra gli scartati in Italia?                                                                                                                                                                            L'apostolato parrocchiale ha sostituito il carisma di P. Annibale che esponi molto bene nell'Editoriale. Si sente dire: le parrocchie, almeno, non sono in deficit. !!!    Che squallore!!! Dopo tanti anni di lavoro nelle nostre Parrocchie, quante vocazioni sono cresciute come frutto dell'apostolato parrocchiale? Caro P. Bruno, si prega poco, si prega poco davanti a Gesù Eucaristico.         Mi dispiace molto, ma se P. Annibale vivesse ora lavorerebbe  con i minori non accompagnati che raggiungono l'Italia attraverso il Mediterraneo o i Balcani o attraverso altre vie. Lavorerebbe con i poveri barboni come al quartiere Avignone di Messina dando loro la possibilita di lavarsi e di dormire e qualche buon pasto. Dove siamo noi figli di p. Annibale? Dobbiamo riprenderci la Profezia carismatica di P. Annibale prima che sia troppo tardi per la nostra incapacità di servizio ai poveri. Svegliamoci prima che sia troppo tardi.                                                   Concludo dicendo che ogni mattina nel momento di ringraziamento dopo la comunione prego perché le nostre Comunità siano sempre più fraterne e che amino tanto tanto i poveri.                Ti saluto con un forte abbraccio. p. Giacomo Alberto