Decesso di Fr. Rubén Darío Nicán Arango

 

Carissimi confratelli, questa notte (alle ore 3,00 circa ora italiana) è deceduto il nostro confratello colombiano FR. RUBEN DARIO NICAN ARANGO, di anni 58 a causa di una dolorosa e brutta malattia che lo affliggeva da tempo e che è precipitata in breve tempo verso la fine. 

 

Fr. Ruben era un religioso studente in cammino verso la professione perpetua come fratello coadiutore. 

È entrato nella nostra Famiglia religiosa nel 2015 e il 2 febbraio 2017 aveva emesso la Prima Professione. 

Nello scorso mese di giugno era stato ammesso al ministero del Lettorato.

 

La sua morte alla vigilia del Capitolo si rivela come un sigillo divino sulla nostra Casa di Manizales: quasi un segno di gradimento del Signore della messe sul lavoro apostolico e la vita di quei confratelli, tanto da scegliersene uno come primizia per il Regno dei cieli. 

 

Siamo in attesa di conoscere la data e il luogo dei funerali: certamente intanto preghiamo per Fr. Ruben e per la sua famiglia ed offriamo per il confratello i suffragi prescritti dalla nostra Regola. 

 

Un fraterno saluto a tutti. 

P.Pasquale Albisinni RCJ, segretario provinciale

 

Segue un pensiero del P. Provinciale, P. Gaetano Lo Russo:

 

"Carissimi confratelli, inauguriamo una giornata triste, ma all'insegna della speranza. Fr. Ruben è stato un confratello che per la sua umiltà e dedizione ci ha fatto rivivere la bellezza della consacrazione cosi come l'abbiamo sperimentata nella vita di tanti nostri fratelli coadiutori. Innamorato del suo impegno, attento nella cura della casa, era per la comunità di Manizales un angelo silenzioso e devoto. Oggi che il destino avverso ha deciso un nuovo ruolo per lui, intuiamo tutti di cosa si tratti: abbiamo un "azzurro" rogazionista che insieme a P. Giovanni Cecca (che tanto ha amato la fondazione di Manizales) veglierà sulle sorti di questa Comunità e quindi anche della nostra Provincia. Il Signore voglia accoglierlo tra i nostri giusti e rendergli merito per la sua speciale generosità. Dove avvertiamo una  profonda tristezza mettiamo a dimora un seme di vita che è quello del suo ricordo e della gioia che con il suo sorriso donava a chiunque incontrasse. Grazie Signore per Fr. Ruben, grazie S. Annibale per questo segno che tramite lui ci hai voluto donare. Con l'eterno riposo ti sia concesso eterna pace, infinito amore e divino splendore. Grazie Fr. Ruben, averti conosciuto è stato un onore e un grande privilegio. A Dio."