Curia Generalizia

Nuovi statuti delle Famiglie Rog e dei Lavr

Nella seduta del Consiglio Generale del 23 dicembre 2008, il Superiore Generale P. Giorgio Nalin, su richiesta degli interessati, ha varato i nuovi testi degli Statuti delle Associazioni delle Famiglie Rog e dei Lavr. La revisione degli stessi era cominciata alcuni anni fa con il coinvolgimento di tutti i gruppi presenti in Italia ed all'estero ed ha richiesto nun lavoro minuzioso di aggiornamento ed adattamento alla nuova situazione dovuta al decentramento della Congregazione dei Rogazionisti. I nuovi statuti sono operativi dal 1° gennaio 2009. Possono essere visionati e scaricati nell'apposita sezione del sito web www.laicirog.net

 

Diane Galdino, responsabile zonale della Provincia Latino Americana

Nel corso degli esercizi spirituale e dell'assemblea generale delle Missionarie Rogazioniste della Provincia Latino-Americana (13 tra Missionarie ed aspiranti), cominciata il 15 gennaio u.s. nell'Istituto Rogazionista di Curitiba sotto la direzione di P. Tadeu Furtado rcj, ed a seguito delle indicazioni da esse fornite, a norma della Regola di Vita, la Responsabile Centrale, dr.ssa Stefania Robledo ha nominato Responsabile zonale per la Provincia Latino-Americana la dr.ssa Diane Galdino di Brasilia, e segretaria Maria Barreto.

La nostra parrocchia di piazza Asti a Roma intitolata anche al Fondatore

Si rende noto a tutti i confratelli che in data 3 novembre 2008 il cardinale vicario di Roma, Agostino Vallini ha firmato il decreto di modifica della denominazione della nostra Parrocchia di         S. Antonio a piazza Asti in Parrocchia “Santi Antonio ed Annibale Maria”. Il decreto ha fatto seguito alla richiesta ufficiale del P. Provinciale dell’Italia centro-nord, p.Silvano Pinato, presentata al card. Vicario in data 22 ottobre 2008 dopo parere positivo del Padre Generale; la richiesta ufficiale del P.Provinciale è stata sollecitata con zelo dalla comunità religiosa della Parrocchia di piazza Asti su invito ed iniziativa del parroco, p.Vincenzo Buccheri, il quale aveva ampiamento discusso la proposta con i confratelli della comunità e col consiglio pastorale della Parrocchia.

     La proposta di intitolare la parrocchia rogazionista di piazza Asti al nostro Fondatore Sant’Annibale Maria, insieme al già titolare e patrono della Congregazione, Sant’Antonio da Padova, nasce dal desiderio di vedere accresciuta in questa comunità cristiana, la conoscenza ed il culto del Santo delle vocazioni.

     La Parrocchia di piazza Asti è storicamente la prima Parrocchia della Congregazione, legata anche alla presenza “ufficiale” dei Rogazionisti nella città di Roma (Curia generalizia), oltre che per le altre comunità.

     Accanto alla forte devozione per S. Antonio, vi è nella parrocchia di piazza Asti, anche una certa devozione per Sant’Annibale che si spera con l’aiuto di Dio di incrementare: anch’Egli infatti, è presente accanto al Santo padovano nella gloria del mosaico che si trova sulla facciata del presbiterio e gli è dedicata una cappella della Chiesa con la presenza di una sua reliquia insigne.

     Ovviamente, alla nuova denominazione della Parrocchia dovrà corrispondere in quella comunità cristiana, un maggiore impegno nella celebrazione del Santo Fondatore e nella realizzazione del carisma del Rogate, con una maggiore diffusione della preghiera per le vocazioni ed una più feconda attenzione ai poveri. Questo e molti altri frutti spirituali si sperano dal cambiamento del nome della Parrocchia che è già avvenuto agli effetti ecclesiastici (come si può notare anche dal sito della diocesi di Roma), ma che sarà ufficialmente comunicato ai parrocchiani solo quando l’iter si sarà concluso anche agli effetti civili con il decreto del Presidente della Repubblica.

     Si spera di realizzare tale cerimonia di nuova intitolazione della Parrocchia in occasione della consacrazione del nuovo altare che dovrebbe avvenire al termine dei lavori di adeguamento liturgico del presbiterio, il cui inizio è previsto per la metà di questo anno.

Image 

Le Figlie del Divino Zelo in Convegno a Sassone (Roma)

Dal 2 all’8 gennaio 2009 le Figlie del Divino Zelo sono riunite in convegno di studio nel Centro “Sassone”,  Ciampino, Roma, sul tema della pastorale vocazionale, dal titolo “Operai per il Regno …il Sogno di un Carisma”. Alla Superiora Generale, Madre Diodata Guerrera il compito di introdurre e concludere le giornate di studio, che si sviluppano secondo il programma seguente: 3 – “La realtà della messe di oggi con particolare riferimento ai giovani”, Mons. Domenico Sigalini, Vescovo di Palestrina; - “La Pastorale vocazionale nella Chiesa”, P. Antonio Ladisa, Rettore del Pontificio Seminario Regionale Pugliese Pio XI e Vice Direttore del CNV;  4 – “Lectio Divina su Mt 9,35-38; Lc 10,2”, Mons. Mario Russotto, Vescovo di Caltanissetta; 5 – “Annibale Maria Di Francia, antesignano della moderna pastorale vocazionale”, P. Giorgio Nalin, Superiore Generale dei Rogazionisti; “Il profilo teologico spirituale di Nazarena Majone: discepola e testimone di risposta vocazionale”, Don Massimo NImagearo, Teologo – Rettore del seminario di Caltanissetta;  6 – “La pastorale vocazionale dell’Istituto delle Figlie del Divino Zelo”, Sr. Rosa Graziano, FDZ; panel: “La pastorale vocazionale delle Figlie de Divino Zelo nel mondo”, Coordinatrice: Sr. Teolinda Salemi, FCZ; 7 – “Metodologia dell’animazione e dell’accompagnamento vocazionale”, Mons. Oscar Cantoni, Vescovo di Crema.  

La nuova lettera circolare “Ripartiamo da Avignone”

ImageAlla vigilia del Santo Natale è uscita la nuova lettera circolare del Superiore Generale della Congregazione, P. Giorgio Nalin, R.C.J., dal titolo “Ripartiamo da Avignone” – Per rilanciare la missione oggi. La lettera esce nel centenario del terremoto di Messina (28 dicembre 1908) e della conseguente diffusione dell’Opera e della missione rogazionista. Si sviluppa in tre parti. La prima è costituita dalla memoria storica dell’evento sismico e dell’inizio della presenza della Pia Opera a Francavilla Fontana e ad Oria. La seconda parte costituisce un invito alla “riscoperta delle origini”, e quindi si sofferma sui seguenti capitoli: - Rinnovare la missione apostolica dell’Istituto. - Il quartiere Avignone, luogo teologico e carismatico dell’Opera. - Il Fondatore, icona vivente della missione rogazionista. - I primi discepoli, “pietre di fabbrica”. -  I poveri, primi destinatari del carisma rogazionista. – Intelligenza e zelo del Rogate. – Riferimento alla storia della Congregazione. La terza parte dà orientamenti per continuare la missione “al passo con i tempi”, e lo fa trattando i seguenti temi: - Leggere i segni dei tempi. – Inculturare la missione. – Dimensione culturale e professionale. – Il mondo della comunicazione. – La dimensione comunitaria. – Missione dell’Istituto e progetto personale. – Per un cammino comune. – La condivisione con i laici. – Nella Famiglia del Rogate. – Per la Missio ad gentes. – Fermarsi alla missione. – Rogazionisti, uomini di preghiera. Chiude la lettera la conclusione dal titolo “Per rinnovare il progetto apostolico della Congregazione”.

Una scultura di Padre Annibale a Forte dei Marmi

Il sig. Andrea Pirani di Cremona ha fatto realizzare da un noto artista di Carrara, Andrea Ceccarelli, una splendida ed imponente scultura in marmo rosso, raffigurante Sant’Annibale tra i bambini, con la simbologia del Signore delle messi. Si tratta di un’opera di notevole valore artistico, di grandi dimensioni, che testimonia la fede di Andrea Pirani e di tutta la sua famiglia, per il Santo messinese, collocata sulla parete esterna della loro residenza a Forte dei Marmi. La scultura, su una lastra marmorea di oltre 20 quintali, invita alla riflessione anche coloro che non conoscono Sant’Annibale Maria Di Francia. Quella che era stata concepita come un tributo di fede personale e familiare a un grande Santo, è diventata anche uno strumento di diffusione del suo messaggio spirituale e sociale.

(da Missioni Rog)

La Madonna di Lourdes e S. Annibale

ImagePer iniziativa delle Figlie di Maria, associazione presente nella nostra Casa Madre di Messina fin dai tempi di Padre Annibale, e del loro Assistente ecclesiastico, P. Gaspare Gallitto, si tiene nei giorni 27 e 28 novembre, alle ore 18,30, nella Basilica della Rogazione Evangelica del Cuore di Gesù e di S. Antonio di Padova, in Messina, un congresso mariano dal tema “La Madonna di Lourdes e S. Annibale”. Il congresso, nel 150° anniversario delle apparizioni della Vergine Immacolata a Lourdes, intende anche sottolineare la particolare devozione del nostro Fondatore per l’Immacolata. Nel pieghevole preparato si ricorda che P. Annibale M. Di Francia, ancora suddiacono, predicò per tutto il mesi di maggio del 1876 nella sua parrocchia di S. Lorenzo, sulle apparizioni della Madonna di Lourdes. A chiusura del mese egli eresse, con il consenso del Card. G. Guarino, Arcivescovo di Messina la Pia Associazione della Madonna sotto il titolo di Lourdes. Il 29 dicembre 1877 fece esporre alla devozione dei fedeli una bella statua di legno dell’Immacaolata di Lourds realizzata dall’artista messinese Giuseppe Prinzi, statua che andò distrutta, insieme con la chiesa di S. Lorenzo, durante il terremoto del 1908.    

Centro benessere dello spirito

ImageNella nostra casa di Assisi, ad alcune centinaia di metri dalla basilica di San Francesco, per iniziativa di P. Mario Filippone, si sta avviando quest’anno una nuova esperienza, denominata “Centro benessere dello spirito”. Il programma prevede dei “fine settimana, dal venerdì sera alla domenica pomeriggio, per due giorni di insegnamenti, attività pratiche e incontri di preghiera, per ristabilire l’equilibrio tra la vita del corpo e quella dello spirito, che spesso non cresce, perché si dedica pochissimo tempo alla preghiera”. Un pieghevole che si va diffondendo illustra il servizio che si desidera offrire. Il recapito: Centro benessere dello spirito – Padri Rogazionisti – Via Petrosa, 2 – 06081 Assisi (PG) – Per informazioni e prenotazioni rivolgersi a Padre Mario Filippone (cel. 335.8353345) tel.: 075.816725, fax 075.7827465, e-mail: filmars@libero.it. Vi è anche il sito web: www.centrobenesseredellospirito.org.

America Latina: un laicato entusiasta e promettente

In occasione della partecipazione al IV Incontro delle Famiglie Rog della Provincia Latino-americana, P. Angelo Sardone consultore generale addetto al laicato, ha incontrato diverse realtà laicali rogazioniste nelle città di Baurù, S. Paulo, Brasilia, Curitiba e S. Lorenzo del Paraguay. Il superiore provinciale P. Angelo Mezzari aveva preparato un fitto calendario di incontri coinvolgendo le comunità religiose formative e parrocchiali, compresi i seminaristi ed i novizi. Ovunque si riscontra una presenza significativa di laici entusiasti e presenti nelle varie attività delle Case e delle parrocchie. E' stata una occasione molto bella per P. Sardone per condividere momenti gioiosi nelle varie liturgie eucaristiche e vivere concretamente la condivisione della Famiglia del Rogate nelle sue diverse espressioni, Padri, Suore, Missionarie Rogazioniste, Famiglie Rog, volontari e collaboratori. Le varie interessanti espressioni di questo laicato, le riflessioni e gli apporti originali della terra latino-americana, diventeranno parte integrante del Progetto culturale del Laicatoi Rogazionista che l'UAR sta approntando in Italia con un respiro internazionale.

IV Incontro Familias Rog Provincia Latino-americana

26 coppie accompagnati da alcuni assistenti ecclesiastici locali (P. Mario Barenzano, P. Wilson, P. Gilson, P. Airton) hanno rappresentato i nuclei delle Famiglie Rog del Brasile e dell´Argentina al IV incontro Familias Rog della Circoscrizione  latino-americana, che   si e´ svolto presso la Casa do Garoto a Bauru (Brasile). L´incontro si tiene ogni anno in una diversa Casa dei Rogazionisti, coinvolgendo i laici locali e le varie comunita´ religiose. I coniugi Robson e Vera Di Giacomo responsabili nazionali, e l´assistente eclesiastico di circoscrizione P. Geraldo Tadeu hanno preparato l´incontro  reso accogliente da Luiz Carlos ed Edna responsabili e l´intero nucleo di Bauru. Hanno caratterizato l´incontro la celebrazione eucaristica iniziale presieduta da P. Angelo Sardone, assistente ecclesiastico centrale delle Famiglie Rog e consultore generale addetto al Laicato Rogazionista. P. Gilson Maia ha presentato la Conferenza di Aparecida ed il relativo Documento. E´seguita la lettura e confronto sul nuovo statuto elaborato dalle Famiglie Rog d´Italia con il contributo delle Famiglie Rog della Pla, in vista di una approvazione definitiva da parte del Superiore Generale. P. Angelo Sasrdone ha tenuto inoltre la relazione su Le Famiglie Rog nel mondo: sfide e prospettive. Nella celebrazione eucaristica conclusiva presieduta da P. Angelo Mezzari superiore della Provincia latino-americana, le famiglie hanno rinnovato limpegno di promessa al Rogate. Árrivederci al prossimo incontro, a novembre 2009 in Brasilia.