Curia Generalizia

Yaoundè: conclusa la Conferenza dei Superiori Maggiori

Martedì 26 maggio con la lettura e l'approvazione del messaggio conclusivo, si è chiusa la Conferenza dei Superiori Maggiori e dei loro Consigli. Gli ultimi giorni sono state dedicati al confronto su problematiche missionarie di ordine generale, sulla importanza dell'Ufficio Missionario Centrale nella sua organizzazione e funzionalità e su altre problematiche di interesse generale come l'Alleanza Sacerdotale Rogazionista.

Il pomeriggio di lunedì 25 è stato dedicato alla visita alla comunità di Ngoya, lo studentato filosofico e teologico, Alla celebrazione del vespro è seguito uno spettacoolo interessante con canti e balli tradizionali, animati dai nostri seminaristi e da una corale parrocchiale. P. Eros Borile, superiore della Delegazione dell'Africa è rientrato dall'ospedale nel quale è rimasto alcuni giorni. 

La celebrazione eucaristica presieduta dal vescovo locale ed animata dai seminaristi rogazionisti di Ngoya ha concluso la Conferenza. Il vescovo ha ribadito più volte che il senso vero della misisonarietà consiste nell'amore. Nel pomeriggio i partecipanti si sono recati a far visita alla comunità rogazionista di Edea, a circa 3 ore da Yaoundè. ha fatto gli onori di casa P. Willy Cruz superiore locale. A sera, celebrazione del vespro con il vescovo locale mons. Jean Bosco.

La giornata di mercoledì è stata dedicata al riposo e ad un momento di fraternità al mare nella località di Cribi. Sulla via del ritorno, si è fatto visita alla comunità femminile delle Figlie del Divino Zelo e quindi il rientro ad Edea.

La partenza per il rientro nelle proprie patrie è avvenuta già nel pomeriggio di giovedì 28 maggio.

Un sentito ringraziamento agli organizzatori, ed in particoilare ai Padri Venuste, superiore di Ngoya, Filippe Golez e Skibu per la loro presenza e l'instancabile attività. La casa che ci ha accolto, lo studentato dei Salesiani è stata confortevole da ogni punto di vista. La temperatura quasi estiva, mitigata giornalmente da forti acquazzoni, ha permesso lo svolgimento dei lavori in serenità e con frutto. 

E' morto P. Antonio Barbangelo

Oggi, 21 maggio 2009, alle ore" 10.30, nella Casa della Providenza di Padova, si e' addormentato nel Signore P. Antonio Barbangelo, all'età di 88 anni. Egli è stato uno zelante missionario nelle Filippine e nell'India, e si è adoperato instancabilmente nella promozione delle vocazioni.  Il Signore Gesù, di cui oggi nella Chiesa universale ricorre l'ascensione al Cielo, e la Santissima Vergine, da lui tanto amata, lo accomapgnino e gli concedano il premio alle sue opere.

Image

Image 

Conclusa la visita alla Provincia Italia Centro-Nord

Nei giorni 8 e 9 maggio il Superiore Generale, P. Giorgio Nalin, con l’incontro con il Governo Provinciale ha concluso la visita alla Provincia Italia Centro-Nord. All’incontro conclusivo hanno partecipato anche il Vicario Generale, P. Antonio Fiorenza, il Consultore Generale, P. Angelo Sardone, l’Economo Generale, P. Giuseppe Bove, e il Segretario Generale, P. Fortunato Siciliano. Nel passaggio che ha compiuto nelle comunità, dopo le sedi della Polonia e Slovacchia, di cui abbiamo riverito, nei giorni 20-23 aprile, ha incontrato le comunità dell’area di Roma, ossia la parrocchia in Circonvallazione Appia, la parrocchia in Piazza Asti, lo Studentato teologico di Via dei Rogazionisti e la casa di San Cesareo. Successivamente, dal 24 al 27 aprile, ha visitato la comunità di Tarragona (Spagna), dove ha incontrato l’Arcivescovo, Jaume Pujol Balcells. Rientrato a Roma, il 27 aprile, è passato alla casa di Firenze, quindi, il 29, a quella di Desenzano del Garda. Il 1° e 2 maggio è stato nella comunità di Trezzano sul Naviglio, ed ha compiuto una visita di cortesia alle consorelle Figlie del Divino Zelo di Monza. Nei giorni seguenti è stato nella comunità di Padova, dove ha partecipato al 40° della Parrocchia “Gesù Buon Pastore”. Infine, il 6 e 7 maggio, ha visitato la comunità  di Assisi. Come si rileva dallo scorrere delle date e dei trasferimenti, è stato un passaggio veloce, che tuttavia ha consentito di incontrare le comunità e i singoli confratelli, come pure di prendere visione dell’apostolato che viene svolto nelle varie sedi, nello spirito della condivisione  e per il fraterno incoraggiamento.

Nelle foto, di seguito: - La concelebrazione con il Governo Provinciale in chiusura della visita; - Con la comunità di San Cesareo; - Con i giovani religiosi dello Studentato di Roma; - Il santuario Nostra Signora di Loreto in Tarragona; - La cappella della casa di Firenze; - La veduta del lago di Garda a Desenzano; - Con la comunità di Trezzano sul Naviglio; - In visita alle Figlie del Divino Zelo di Monza; - La concelebrazione per il 40° della Parrocchia di Padova; - La comunità di Assisi; - Veduta della casa di Assisi; - L’incontro di chiusura della visita con il Governo Provinciale.ImageImageImageImageImageImageImageImageImageImageImageImage

La tournée in Italia del Coro del Bairro da Juventude

Dal 14 aprile è in tournée in Italia il Coro del Bairro da Joventude dei Padri Rogazionisti di Criciuma, Brasile, che si protrarrà fino al 5 giugno, visitando ed esibendosi in diverse località della Lombardia, della Svizzera di lingua italiana, del Veneto e della Puglia, orientativamente secondo il seguente calendario: Milano – Trezzano s/N (14 – 18 aprile); S. Fedele Intelvi (19 – 20); Locarno (21 – 22); Lugano (23); Montecchia di Crosara (24 – 27); Desenzano – Castelnuovo (28 aprile – 3 maggio); Conegliano (4 – 10 maggio); Malo (11 – 15); Bassano del Grappa (16 – 17); Cortina D’Ampezzo (18 – 20); Piave di Cadore (21-22); Alpego (23 – 24); Jesolo Lido (25 – 30); Padova (30); Oria (31 maggio – 4 giugno). Il 5 giugno rientreranno in Brasile. Il Coro, piccola rappresentanza della grande famiglia del Bairro da Juventude (in tutto 1096 ragazzi e ragazze di età compresa fra la prima infanzia e la giovinezza), sono una testimonianza viva dei miracoli della carità.  Image

In ricordo del terremoto del 1908

Nei giorni 18 e 19 aprile p.v, nell’anno centenario del terremoto del 1908, si terranno
a Messina una serie di iniziative organizzate dai Padri Rogazionisti e dai Padri
Orionini, per mettere in risalto le figure di Sant’Annibale Di Francia e di San Luigi
Orione in occasione del terribile sisma. In particolare:

Image
Sabato 18 Aprile 2009: Ore 18,00: Basilica-Santuario Sant’Antonio: S. Messa in
suffragio delle vittime del Sisma del 1908 e in particolare delle 13 Figlie del Divino
Zelo perite nel disastro. Concelebrano Padre Giorgio Nalìn, Superiore Generale dei
Padri Rogazionisti e Padre Flavio Peloso, Superiore Generale dei Padri Orionini.
Ore 19,00: Basilica-Santuario Sant’Antonio: Rievocazione storico-artistica del Terremoto
e dell’opera dei due Santi: Annibale Maria Di Francia e Luigi Orione; Memorial
Concert a cura dell’Associazione “Cara beltà”, con la partecipazione del Coro
Polifonico “Ouverture”.

Image
Domenica 19 Aprile 2009: Ore 10,30: Salone degli Specchi, Provincia Regionale di
Messina: Tavola Rotonda: “Luci nel buio del terremoto… Sant’Annibale M. Di
Francia e San Luigi Orione, Apostoli di carità sociale nel terremoto di Messina del
1908”. Programma: - Introduzione e coordinamento degli interventi (Angelo Sardone
rcj, Postulatore generale dei Rogazionisti) - La chiesa di Messina al tempo del
terremoto ed il suo ruolo nella ricostruzione (Giuseppe Pracanica, presidente
dell’Associazione Umanesimo e Solidarietà) - Padre Annibale e don Orione: testimoni,
amici e santi (Giorgio Nalin rcj, Superiore Generale dei Rogazionisti, Flavio
Peloso sdp, Superiore Generale degli Orionini) - Le Congregazioni religiose a Messina
al tempo del terremoto e nell’opera della ricostruzione (Giuseppe Lipari, docente
di biblioteconomia e bibliografia presso la Facoltà di Lettere dell’Università di
Messina). Ore 17,30: Basilica Cattedrale: Solenne Celebrazione presieduta da S. E.
Mons. Calogero La Piana. Concelebrano P. Giorgio Nalin, Superiore Generale dei
Padri Rogazionisti e P. Flavio Peloso, Superiore Generale degli Orionini.

La visita alla Provincia Italia Centro-Nord

            Conclusa la visita alla Delegazione Filippina, il 30 marzo il Superiore Generale, P. Giorgio Nalin,  ha avviato la visita alla Provincia Italia Centro-Nord.  Nell’incontro introduttivo, tenuto nella sede provinciale, a Padova, nei giorni 30 e 31 marzo, vi è stata la partecipazione dei due Consigli, generale e provinciale. Il 1° aprile, il Padre Generale, accompagnato dal Consultore Generale, P. Angelo Sardone, e dal Segretario Generale, P. Fortunato Siciliano, si è portato in visita alle Comunità della Polonia, Cracovia e Varsavia, e quindi a Bratislava, dove da alcuni anni vi è stato l’avvio di una presenza rogazionista. Si è preferito portarsi in auto, per potersi muovere più facilmente fra le tre sedi, in considerazione del tempo limitato.

            In serata, il 1° aprile si è giunti alla casa di Cracovia, dove si è compiuta una prima visita al vicino Santuario della Divina Misericordia, distante soltanto alcune centinaia di metri. Il giorno seguente, abbiamo festeggiato il compleanno del Padre Generale, pur con gli adempimenti previsti per la visita. A sera abbiamo partecipato all’Ora di adorazione eucaristica vocazionale nella cappella dell’adorazione perpetua del Santuario della Divina Misericordia, animata dai nostri giovani, con la partecipazione di numerosi fedeli.

            Il 3 aprile, al mattino, ci si è trasferiti a Varsavia, compiendo una breve pausa al Santuario della Madonna di Czestochowa. Nel pomeriggio nella cappella semipubblica della Casa, vi è stata una Concelebrazione Eucaristica, preceduta dalla Via Crucis. Il giorno seguente si è ripartiti per Cracovia, dove si è pernottato. L’indomani, al mattino, ci si è diretti a Bratislava, dove si è giunti alle 13.00. Nel pomeriggio si è partecipato all’adorazione eucaristica nella chiesa dove svolge il suo ministero pastorale P. Tiziano Pegoraro. A sera siamo stati ricevuti a cena dal nunzio apostolico per la Slovacchia, S.E. Mons. Mario Giordana. L’indomani, alle ore 10.00, si è ripartiti per Roma.

            Nelle foto, di seguito: - L’incontro con il Governo Provinciale. – Il vicino santuario della Divina Misericordia. – Con i confratelli e giovani aspiranti della casa di Cracovia. – Con i confratelli di Varsavia. – Con il nunzio della Slovacchia, S.E. Mons. Mario Giordana.

ImageImageImageImageImage

 

Corso quinquennale di aggiornamento teologico-pastorale 2009

Viene pubblicato il programma  del nuovo corso quinquennale di aggiornamento teologico-pastorale per il 2009. Si danno ampie informazioni su tempi, luoghi, contenuti e modalità di svolgimento del corso; in modo particolare si informa in maniera dettagliata sul pellegrinaggio in Terra Santa. Si sollecitano le iscrizioni.

La Visita del Padre Generale alla Delegazione Filippina

 Prosegue la Visita del Superiore Generale, P. Giorgio Nalin, alla Delegazione Filippina. Il 14 febbraio, dopo un incontro nella sede della Delegazione con le Famiglie Rog e con l’Unione di Preghiera per le Vocazioni, accompagnato dal Segretario Generale, P. Fortunato Siciliano, ha raggiunto la Casa di Seoul, dove ha incontrato P. Daniel Kim. Vi è stata una concelebrazione eucaristica presso la sede principale delle Figlie del Divino Zelo a Seoul, e quindi si è pranzato con loro. Nel pomeriggio si è compiuta una visita al santuario dei Santi Martiri Coreani. L’indomani si è partiti per il Vietnam. Qui la permanenza si è distribuita fra la sede di Ho Chi Minh (o Seoul) e quella di Dalat. In entrambe le sedi da parte dei confratelli si svolge un proficuo lavoro di animazione vocazionale e formazione e si riscontra un positivo avvio della presenza della Congregazione. Si è incontrato il Vescovo di Dalat, Mons. Peter Nhon, ed a Seoul, il Vicario Episcopale per i Religiosi, P. Thomas Trung.  Si è rientrati a Manila il 19 febbraio. Il giorno successivo è stato riservato alla Comunità del Seminario di Manila. All’incontro con la Comunità religiosa ha partecipato anche P. Aveni. Nelle foto, di seguito: - Incontro con le Famiglie Rog e l’Unione di Preghiera di Manila – A Seoul con P. Daniel Kim – Con le Figlie del Divino Zelo di Seoul – In preghiera nella sede di Saigon – Con il Vescovo di Dalat – I giovani di Dalat – Con il Vicario Episcopale per i Religiosi della Diocesi di Saigon – La Comunità formativa del Seminario di Manila.

Deceduta Lucia Loprieno, Missionaria Rogazionista di Trani

La notte scorsa, nella casa che condivideva con la signorina Dora Aleffi, all'età di 84 anni ha raggiunto la Casa del Padre la signorina LUCIA LOPRIENO, Missionaria Rogazionista della prima ora. Insieme con la Aleffi, la signora Borraccino ed il rogazionista Padre Gerardo Onorato, aveva contribuito a mettere le fondamenta dell'Associazione delle Missionarie Rogazioniste in Trani. Ha speso l'intera sua vita al servizio dell'ideale del Rogate, lavorando giorno e notte per il santuario della Madonna di Fatima della quale era tanto devota. Una fibrosi polmonare in questi ultimi anni è stata compagna della sua vita e l'ha condotta all'incontro con Cristo suo sposo. I funerali si svolgono sabato 14 febbraio alle ore 11.00 nella chiesa parrocchiale della Madonna di Fatima a Trani.

Indirizzo di famiglia:

Dora Aleffi, Via Almirante 8, 70059 Trani (Ba). Tel. 0883/580731

Oria: aperto l'anno centenario

Con una solenne celebrazione eucaristica nella basilica cattedrale di Oria, mons. Michele Castoro ha aperto l'Anno Centenario della presenza delle opere di sant'Annibale nella città e diocesi di Oria. La celebrazione della giornata mondiale della vita consacrata nella circostanza liturgica della Candelora, ha visto la partecipazione dei religiosi e religiose dell'intera diocesi, oltre i Rogazionisti, numerose Figlie del Divino Zelo ed i Laici Rogazionisti. La manifestazione si è aperta con l'accoglienza da parte del vescovo della reliquia del cuore di S. Annibale recato in spalla dall'istituto S. Benedetto da 4 Figlie del Dvino Zelo e consegnata al vescovo dal postulatore generale e dal custode delle reliquie di S. Annibale nella Casa Madre a Messina, P. Mario Magro. P. Angelo Sardone ha salutato e consegnato la reliquia al vescovo che ha inviato alla sua diocesi Un dono che dura da cent'anni, la lettera pastorale scritta  per l'occasione. Al termine della Messa con una fiaccolata e la partecipazione di numerose persone, l'insigne reliquia è stata festosamente recata nel santuario di S. Antonio dove rimane esposta per la venerazione dei fedeli in attesa di essere traslata  a Grottaglie (Ta) per i prossimi 6-8 febbraio.